giovedì 22 maggio 2014

FEDERICI, NON ABBIAMO PAROLE (SOLO PAROLACCE)!

Dal Secolo xix di oggi
"secondo la Soprintendenza, il Comune della Spezia non poteva tagliare i pini di Piazza Verdi. E’ quanto viene asserito in una lettera inviata nella mattinata di oggi al Comune. La direzione culturale regionale e la Soprintendenza, nella nota, annunciano l’appello al consiglio di stato, contro la sentenza sfavorevole del Tar. Scrivono inoltre, testualmente, che la sentenza che condanna i pini a morte «risulta censurabile sotto molteplici profili di legittimità».
Non è tutto: nella missiva c’è scritto che nonostante la sentenza del Tar abbia annullato i vincoli posti dagli uffici a tutela delle piante, per legge «rivive la tutela ope legis prevista dall’articolo 12 comma 1 del decreto legislativo 42 del 2004, sul filare alberato, il cui impianto è ultrasettantennale, come riconosciuto peraltro nella stessa sentenza del Tar»."
Ottima mossa elettorale messer Federici!!! Questo sarebbe il Pd di Renzi che non deve prendere lezioni da nessuno?  Non si doveva rottamare il vecchio modo di fare politica? Alla Spezia governa un dinosauro con la solita vecchia arroganza.

4 commenti:

  1. roba da matti!! Un sindaco contro tutta la città, contro il parere della Sovrintendenza!! mi pare che ci siano dei problemi di ostinazione infantile, non mi pare che Federici abbia le idee molto chiare, credo abbia commesso un grave errore

    RispondiElimina
  2. mo' gli ha dato pure torto il Consiglio di Stato.. un altro sindaco si sarebbe dimesso, ma si sa che Spezia è una città molto particolare, vero Renzi???

    RispondiElimina
  3. poteva tagliarsi qualcos'altro invece dei pini, la comunità le sarebbe stata grata

    RispondiElimina
  4. I pini di Piazza Verdi sono una delle immagini più care che ho della mia infanzia. Vedere che l'hanno tagliati mi piange il cuore!

    RispondiElimina

Il Canale di Michelle e Alba su YouTube

Loading...