domenica 30 dicembre 2012




Tanti auguri a tutti gli amici del blog per uno stupendo inizio del 2013! Personalmente aspetterò il nuovo anno a Vicenza al Kiss Kiss con Giada Da Vinci  per un erotismo a 360 gradi  e... come sempre in compagnia del mio meraviglioso pubblico.
Baci baci!
Michelle

mercoledì 26 dicembre 2012

Da ANSA.it:
"Un volantino affisso dal parroco alla bacheca della chiesa di san Terenzo (Lerici) che 'reinterpreta' la lettera pastorale 'Mulieres dignitatem' e solleva dubbi sul 'femminicidio', accusando in sostanza le donne di essersi allontanate dalla virtù e dalla famiglia sta scatenato una rovente polemica.
Don Piero Corsi - che ha affisso l'estratto dalla lettera apostolica commentata dall'editorialista del sito Pontifex.it dal titolo ''Le donne e il femminicidio, facciano sana autocritica. Quante volte provocano?'' - era gia' noto alle cronache per la sua passione al 'tatsebao', avendo gia' dedicato fogliettoni satirici contro l'Islam e contro gli immigrati appesi alla porta della chiesa.
Il volantino comincia con "l'analisi del fenomeno che i soliti tromboni di giornali e tv chiamano appunto 'femminicidio'". "Una stampa fanatica e deviata attribuisce all'uomo che non accetterebbe la separazione questa spinta alla violenza", si legge nel volantino. Che prosegue: "Domandiamoci: Possibile che in un sol colpo gli uomini siano impazziti? Non lo crediamo. Il nodo sta nel fatto che le donne sempre più spesso provocano, cadono nell'arroganza, si credono autosufficienti e finiscono con esasperare le tensioni. Bambini abbandonati a loro stessi, case sporche, piatti in tavola freddi e da fast food, vestiti sudici. Dunque se una famiglia finisce a ramengo e si arriva al delitto (forma di violenza da condannare e punire con fermezza) spesso le responsabilità sono condivise".
Il volantino esamina poi la questione della violenza sessuale: "Quante volte vediamo ragazze e signore mature circolare per strada con vestiti provocanti e succinti? quanti tradimenti si consumano sui luoghi di lavoro, nelle palestre e nei cinema? Potrebbero farne a meno. Costoro provocano gli istinti peggiori e poi si arriva alla violenza o abuso sessuale (lo ribadiamo. roba da mascalzoni). Facciano un sano esame di coscienza: forse questo ce lo siamo cercate anche noi?"."

Piero Corsi  (parroco di San Terenzo)  a Natale ci ha messo del suo per scalare la classifica dei personaggi
più orridi e schifosi del momento e ora si trova al primo posto.
La vittima diventa colpevole... che dire? Troppo spumante e troppo vino o è scemo di suo?
La seconda che ho detto.
Vorrei ricordare a questo spregevole esemplare della fauna maschile (per fortuna ci sono anche esemplari pregevoli) che le donne non è che si credono autosufficienti, SONO autosufficienti e che, come recitava un vecchio slogan femminista "una donna ha bisogno di un uomo come un pesce di una bicicletta" non dimenticarlo mai vecchio trombone rincoglionito!
E comunque complimenti alla redazione del tg regionale: ne hanno parlato i tg nazionali ma in quello della Liguria non si è spesa nemmeno una parola per questo imbecille. 
Il bigottismo dilaga!
Alba Latella

giovedì 20 dicembre 2012

UN ALTRO FANTASTICO TRAILER DI MICHELLE E GIADA

Venerdì 21 e sabato 22 dicembre sarò al Big Mama a Cervignano del Friuli e naturalmento vi aspetto tantissimi e caldissimi!
Prima della fine del mondo almeno rifatevi gli occhi con questo nuovo trailer!  E se sarete sopravvissuti andate sul sito michelleferrari.it per il video completo! 

Baci  baci
Michelle

domenica 9 dicembre 2012

Ecco i miei appuntamenti per la prossima settimana: venerdì 14 a Brescia Apple  Club e sabato 15 ad Aulla Le chat noir....vi aspetto come sempre con sorprese e novità!! E ricordate che il romanzo "Sesso ombre e pornostar" scritto a 4 mani da me e da mia mamma 
è già nelle librerie e come idea regalo è proprio giusta...
Baci Baci
Michelle

sabato 8 dicembre 2012

UN BEL REGALO DI NATALE PER GLI ITALIANI!

 L'IDEA GIUSTA PER LE PROSSIME ELEZIONI



LISTA SI - SIAMO ITALIA
 
Dopo aver conquistato molti diritti e molte libertà, al prezzo dell’impegno e della vita di molti nostri concittadini, il nostro paese ha visto progressivamente regredire gli uni e le altre a beneficio di una piccola ed arrogante élite che, complice una classe politica incompetente ed a volte corrotta, ha esautorato noi cittadini di ogni potere, persino quello di sceglierci i nostri candidati, rendendoci addirittura indifferenti alla gestione dei beni comuni.
La democrazia e la libertà sono una grande conquista di chi ci ha preceduto, a noi donata, che, tuttavia, va meritata, custodita e difesa.
E’oramai sempre più evidente la sensazione e la convinzione che la classe politica italiana, da oltre un ventennio, non abbia più operato per il bene del Paese e si stia macchiando di tradimento, non solo con riguardo alle promesse sempre fatte ai cittadini sul versante del lavoro, dell’equità fiscale e della giustizia sociale, ma, anche, e soprattutto, con riguardo alle illegittime cessioni di sovranità ed alle palesi violazioni dei principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale, magistrale trasposizione dei principi e diritti enucleati nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.
La politica, quella vera, è un’arte nobile, del cui esercizio bisogna essere degni. E degno è solo colui che con onestà intellettuale, generosità d’animo e dedizione, governa nell’interesse esclusivo del proprio paese e non per l’arricchimento personale o il proprio potere. Degno è colui che ha la perfetta e piena consapevolezza che la democrazia, la libertà e, in definitiva, la vita di un popolo, non possono prescindere dalla sovranità dello stesso popolo. Per questo mai potrebbe cederla, perché è perfettamente consapevole che facendolo renderebbe i cittadini schiavi. Piuttosto, la preserva e la difende. Ma soprattutto, non cederebbe mai la moneta del suo popolo, perché sa che nella moneta e nel potere di gestione della stessa risiede in definitiva il “potere” stesso, quello che ti consente di decidere del destino dei popoli e della loro stessa sopravvivenza ed a quali condizioni.
Il nostro è un programma audace e coraggioso, che nasce dal profondo rispetto ed in onore di quelle generazioni che per quella democrazia e quella libertà si sono sacrificate, nell’accorata richiesta di un atto di fiducia e di sostegno, da cittadini a cittadini, al fine di consentire a tutti noi, cittadini italiani, di riprenderci la nostra vita e il nostro stato. 
info 3934468506

lunedì 3 dicembre 2012

BRAVA PAOLA SIAMO CON TE!




Finalmente  una donna che prende iniziative intelligenti!!! Anch'io ho seguito il suo esempio e ho presentato uguale denuncia in tribunale alla Spezia.
So che diverse centinaia di cittadini in tutta Italia hanno fatto altrettanto ...non esitate, fatelo anche voi e di questa cosa si parlerà moltissimo.
Trovate la denuncia della Musu e tutti gli allegati in rete, basta firmare!
Inutile lamentarsi della classe politica se noi non siamo in grado di fare neanche quel poco che possiamo.
Alba latella