domenica 2 agosto 2009

RIFLESSIONI SULLA PILLOLA ABORTIVA

Come si conviene a un paese moderno come il nostro, con 30 anni di ritardo rispetto all'Europa, è stato autorizzato l'uso della pillola abortiva. Non conosciamo gli effetti collaterali indesiderati,
ma ce n'è uno che consideriamo estremamente desiderabile: LA SCOMUNICA!!!!! Tutte a comprare la pillola!

14 commenti:

  1. Dai Alba, ci sono anche altri lati positivi... è notevole avere un'alternativa allo sbuzzamento interiore che provoca l'accorrere di preti, suore e confortatori vari..

    RispondiElimina
  2. la "modernità" si misura così? ed è poi necessariamente una qualità? di quale Europa stiamo parlando? di quella delle lobby farmaceutiche? vi ricordo che anche l'Irlanda e la Polonia sono in Europa...

    di questo post privo di senso salvo solo l'immagine che ritrae Gregorio IX, che ha le mie stesse origini; il papa che comminò la scomunica a Federico II, fondò il tribunale dell'Inquisizione e promosse una crociata in Terrasanta...

    dovreste essere grate a uomini come lui, per mezzo dei quali ora potete usare questi mezzi moderni per bofonchiare le vostre verità trovate in qualche trafiletto di qualche fondo di rivista patinata da parrucchiera...se non fosse stato per la Chiesa (si pensi ad esempio a S. Pio V che grazie alla Lega Santa ruppe il culo ai mori a Lepanto) a quest'ora sareste due tristi donne infibulate, spose di qualche magrebino

    RispondiElimina
  3. Caro Anomino,

    magari ricorderai anche che quel sant'uomo di San Carlo Magno tagliò la testa a 2000 tedeschi perchè non si volevano convertire al cosiddetto cristianesimo; quanto all'Inquisizione faresti bene a non citarla, non mi pare che abbia coperto di gloria il sempre cosiddetto cristianesimo: o magari vuoi ricordare anche quei papi con figli e concubine, vedi Alessandro VI o Paolo III... Le crociate furono odiose invasioni che ci garantirono secoli di guerre, in nome di Cristo si andava lì a rubare terre e far stragi, con la stessa ipocrisia, in nome di "alti ideali", andiamo in terre straniere per far soldi a palate ammazzando milioni di innocenti: c'entra qualcosa questo con la civiltà? Se era per il tuo Papa oggi 'bofonchieremmo' tutti come te, nell'ignoranza propagandata dalla tua chiesa. Studiati la storia, e impara come è "nata" la tua pseudoreligione, con le cosiddette verità dottrinali stabilite a forza di colpi di concilio...

    12 maggio 2010 22.29

    RispondiElimina
  4. 1) Carlo Magno è santo solo nella tua testa, visto che fu proclamato da un antipapa (Pasquale III).
    2) I tedeschi non esistevano all'epoca. Ecco a cosa ci porta pensare con la testa dell'Europa che si stanno inventando a Strasburgo. Esistevano i Sassoni e ciò che tu accennavi è spiegato molto bene, ad esempio, nel libro di Gianni Granzotto su Carlo Magno. L'ho ripreso dallo scaffale, così ti dico anche dove avvenne il fatto che citi (grazie per avermelo fatto tornare a mente): dove il fiume Aller si incontra col fiume Weser, a Verden, non distante dall'odierna Brema.
    Quell'eccidio fu dal punto di vista storico e politico più che legittimo e del tutto cristiano: ai sassoni fu concesso di rinnegare la loro falsa fede pagana (adoravano un grosso albero che fu reciso nottetempo dagli uomini del Re) e di abbracciare quella cristiana. Quindi è come se si fossero suicidati. Anche perché l'anima di una persona che non abbraccia volontariamente la fede cattolica apostolica romana di fatto è come se fosse già morta. Considera inoltre l'aggravante che quella gente avrebbe continuato a spargere la fede pagana come una pestilenza. Considerala allora in un'ottica di "legittima difesa", all'epoca benedetta e tollerata dalla Chiesa. Ucciderne pochi per salvarne molti.
    Del Papa a me non interessa la vita privata irreprensibile, ma i suoi atti in quanto pontefice. Quindi secondo te mi dovrei stupire di Alessandro VI e Paolo III? I loro pronunciamenti sono sempre stati in linea col Magistero e con la Tradizione della Chiesa Cattolica. Qui si snoda un punto fondamentale:
    Parli di mia Chiesa e di mia religione, a parer mio non avendo chiaro nemmeno quale sia. Mi stupisco della tua profonda superficialità, alimentata probabilmente a bicchieri di vino equo-solidale in qualche maleodorante cantina di qualche casa del popolo.
    Un vero cattolico senza pregiudizi e con la forza della fede (e ce ne sono pochi oggigiorno) non può ignorare come la Chiesa sia stata trascinata in una grande eresia col Concilio Vaticano II. Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI non sono formalmente papi. Quindi tutte le azioni che hanno svolto, i loro pronunciamenti, le encicliche, non hanno alcun valore, perché in contrasto con quanto stabilito dai loro validi predecessori.
    Dai un’occhiata ad alcuni documenti importanti come la Mirari Vos, la Quanta Cura, il Sillabo degli Errori, l’Immortale Dei, la Libertas Humana, la Quas Primas, la Mortalium Animos e la Mystici Corporis. Leggi di più e raglia di meno.

    Sarebbe quindi la storia dei sussidiari concepiti da una scuola sempre più in preda a bieche derive propagandistiche quella che dovrei studiare? Non basta che abbia rincoglionito generazioni di nostri poveri figli che crescono educati al consumo e senza spina dorsale né valori? Rimando volentieri al mittente il tuo invito a studiare, non senza un sorriso amaro per la tenerezza che mi susciti.

    RispondiElimina
  5. Anonimo, curati: tu giustifichi l'assassinio, oltre a dire un cumulo di asinate.
    Poi leggiti meglio la storia, visto che Granzotto non è Ginzburg... l'unico rincoglionito sei tu, non chi cerca di insegnare quanto male avete fatto al mondo.

    RispondiElimina
  6. E' proprio il caso di dire: senti chi raglia! E chi ha giustificato l'assassinio? Ho solo detto: opportunamente contestualizzato, consideralo una sorta di legittima difesa, per i motivi che molto pazientemente ti ho enunciato. Io ho cercato di risponderti con pazienza e precisione, mentre tu sei passato subito alle offese.

    Secondo punto: il mio ragionamento non faceva perno assolutamente su quello che ha scritto Granzotto; ho solo riportato i particolari dell'eccidio da te menzionato per farti capire che, del tutto incidentalmente, ne avevo letto altrove.

    E' proprio vero che a lavare la capa al ciuccio si perde tempo e sapone.

    RispondiElimina
  7. Ecco bravo, vai a spigolare scemenze da un'altra parte, laido gesuita

    RispondiElimina
  8. Bene: dall'ostentazione di boria e crassa ignoranza agli insulti. Continua pure: ti stai coprendo di ridicolo. Hai bisogno d'aiuto.

    RispondiElimina
  9. Bravo, vedo che hai capito, caro giustificatore di crimini orrendi... suicidati cristianamente, perchè se c'è l'inferno i primi a finirci saranno i pezzi di merda come te!

    RispondiElimina
  10. popusti, stai vaneggiando. Fatti correggere fraternamente la spina dorsale con amorevoli scudisciate.

    RispondiElimina
  11. P. S. ammesso che tu ne abbia una di spina dorsale. Ne dubito fortemente.

    Meno pornografia e più agiografia: sicuro ne guadagni.

    RispondiElimina
  12. Posso chiederti, caro anonimo, se sei così contrario alla pornografia che ci fai su questo blog?? Devo comunque dire che il tuo atteggiamento è schizofrenico come quello della tua chiesa che da 2000 anni predica e professa certe cose facendone puntualmente altre...si vede che sei un avanzo di sacrestia!
    Alba

    RispondiElimina
  13. Cara Alba,

    Pure Gesù predicava ai reietti della società, alle prostitute, ai criminali, chiedendo loro di andare e non peccare più. E come lui migliaia di altre persone sante che hanno cercato di ammaestrare gli ultimi, da sempre tradizionalmente ai margini della società, prima che la pornocrazia dilagasse nel secolo scorso.

    Affermo invece che il problema è la falsa tolleranza della quale la maggioranza delle persone si è dotata oggi. Bisogna rispettare la dignità umana, non le idee sbagliate altrui, che invece vanno combattute con tutti i mezzi a disposizione. Dal canto mio cerco di rispettarti ed onorarti con risposte che cercano di essere molto pazienti, non risparmiandomi.

    So che ti sembrerò un poco matto, ma solo i matti hanno il potere di cambiare la società. Io, dal basso della mia pazzia non ho mai sentito l'esigenza di criticare il mestiere di tua figlia, che è una ragazza giovane e intelligente e che ha tutti i presupposti per un opportuno e proficuo ravvedimento, mentre tu dall'alto della tua erudizione mi giudichi un avanzo di sacrestia. Ragiona un poco su questo e capirai forse che hai preso una cantonata nel dichiararmi "avanzo di sacrestia", ancor di più se consideri che non mi conosci affatto.

    Fraternamente,

    Anonimo

    RispondiElimina
  14. Aggiungo solo che il confrontarmi in un terreno libero (come appunto dovrebbe essere quello di internet) con una persona dalle idee diametralmente opposte alle mie è per un'occasione di crescita.

    Ciao

    Anonimo

    RispondiElimina

Il Canale di Michelle e Alba su YouTube

Loading...