giovedì 30 luglio 2009

MANCAVA UN TORMENTONE

Il test sul dialetto per i prof : qualche dritta per passarlo
Per la Liguria
Belin! Belan! Belande! (tutte le variazioni sul tema)
Ai cuiosi se ghe strina 'r cuo.
Bela come er cuo dea padela.
Chi pè pè, chi ne pè va a pè.
S'a ne ghen'è a ne se 'n spenda.
Non avete capito?
Traduciamo solo il prossimo, dedicato a Bossi (che non capisce nemmeno l'italiano):
Fin che i sassi i van a fondo a ghe sa'an de semi ar mondo (finchè i sassi vanno a fondo ci saranno
scemi al mondo).

3 commenti:

  1. Grande Alba, Grande Michelle, così vi voglio!

    RispondiElimina
  2. certo sono questi i problemi dell'Italia... questi milanesi sono più di 5o anni che assorbono solo ed esclusivamente cultura americana, e ora si preoccupano perchè stanno perdendo la loro identità... ma naturalmente per colpa dei nordafricani.. Un movimento lodevole soprattutto per chiarezza di pensiero..c

    RispondiElimina
  3. Belin! Belan! Belande!! Mi viene in mente la canzone dei Buio Pesto, gruppo ligure che come popolarità ha sostituito i Trilli. Inizia proprio con quelle parole e poi nel testo dice: semmu misci, musse nu ghe n'è....qui palanche nu ghe n'emmu!!.....e ciò rispecchia il pensiero di molte parole.
    Questo gruppo non riesce mai ad andare al festival di Sanremo, il festival della canzone italiana, dove però hanno cantato Nino D'Angelo, Gigi D'Alessio e in napoletano. Ora si è parlato di fare una serata con le canzoni in dialetto. Vi sembra giusto?...Perchè no!!

    RispondiElimina

Il Canale di Michelle e Alba su YouTube

Loading...